2° Speciale in arrivo!

Un saluto a tutti gli amici e scrittori della Taberna! Saremo brevi: volevamo semplicemente comunicarvi che il prossimo fine settimana verrà indetto il secondo Speciale della Taberna! Come sempre la partecipazione allo Speciale è libera ma questa volta, a differenza del primo, abbiamo deciso di farlo durare una sola settimana quindi attenzione perchè… Il prossimo sabato sera saprete cosa vi aspetta! Un nuovo saluto a tutti e buona domenica (anche se qui piove…)! Annunci Continua a leggere 2° Speciale in arrivo!

Virtual Park

Verso ancora un dito di me in occhi e sguardi che non sanno più Non guardano non vedono non sentono Sprecato ormai anche questo poco Non vale più perdersi negli altri attutire dolori ed illusioni Ed in me si sta attutendo la voglia di ascoltare Troppe inutili parole ridondanti ritornelli marea inarrestabile di solitudini mostrate esibite come drammi reali o inventate per trovare ancora altre inutili parole a colmare vuoti recitati per un pubblico quasi sempre assente che non ascolta più E’ solo squallido teatro Vite lanciate in una centrifuga impazzita che non si ferma mai sciacqua e risciacqua a … Continua a leggere Virtual Park

Eterno ritorno

In realtà viviamo sul niente. Solo illusione di un tempo che scorre, che macina giorni, ore, minuti. Il tempo è immobile. Si muovono i pianeti, le stelle, le galassie, l’Universo. E pure Dio si muove. Noi no. Che fosse il 10.000 a.c. o il 5000 d.c., noi siamo e saremo qui. Ci siamo da sempre; nasciamo, moriamo e torniamo. Noi siamo qui, e qui resteremo…in un infinito ciclo di sempre e di mai. Daniele “Nani” Cerva Wassily Kandinsky, Cerchi nel cerchio (1926) Continua a leggere Eterno ritorno

“Io ti amo…”

Mi trovo una sera a chiacchierare con un amico che non vedevo da tempo. Di punto in bianco inizia una breve conversazione che mi ha fatto riflettere… L’inizio “Io l’amo.” “Aspe, chi?” “La mia ragazza, chi se no?” “Aspe, chi?” “Dai non fare il coglione. Mi piace veramente.” “Aspe, chi? Scherzi a parte… Aspe, scherzi?” “Ti giuro, non faccio altro che pensare a lei.” “Ma serio? Ma sai cosa significa amare? Ma ti rendi conto che sei nel pieno della gioventù, con gli ormoni che esplodono e il cervello che smette di funzionare quando vede un bel culo o due … Continua a leggere “Io ti amo…”

Schegge

In silenzio sotto questo cielo nero d’un autunno primaverile ornato di stelle e di luna impazzita ricordi spezzati e schegge di nostalgia s’affacciano indifferenti Mai ci abbandona il passato non voluto e temuto rifiutato e ghettizzato C’è presente impellente imprevedibile ed invincibile A nulla vale lo sforzo Ed in una notte come questa di magia inaspettata rinuncio m’arrendo Soffoco nella mia malinconia 18 ottobre 2017 © Daniele “Nani” Cerva Continua a leggere Schegge